CVD

Anche Heroes conferma la teoria.

Advertisements

4 Responses to CVD

  1. L.B. says:

    Avevi ragione, non è folle come sembra, anzi…di classe, direi!
    Ti linko.
    Ciao, e…Save the cheerleader, save the world!

  2. wanderer says:

    ciao, mi trattengo dai commenti su Heroes, per ragioni che già sai…non voglio rovinare la sorpresa! Invece io noto un preciso avvicinamento tra la forma documentaristica e la fiction nelle serie, in particolare pensando alle tecniche di regia. Le serie più recenti di alto livello (The wire, Deadwood, The Office, Extras e, almeno per me, l’intramontabile Homicide: Life on the Street) costruiscono proprio le trame da uno studio documentaristico della società che dovrebbe rappresentare. In particolare se pensiamo alla tua teoria in riferimento a Heroes specialmente mi viene da pensare alla battaglia, che in America è acerrima, tra Creazionismo e Evoluzionismo. Forse più di svilire gli scrittori, prendono più spunto dalla cronaca?

  3. viano says:

    Ciao Wanderer. L’idea mi piace e visto che è suggestiva voglio credere che tu abbia ragione, anche se tutte le serie che citi non le conosco (io sono un fan non professionale). Perché usi il termine svilire? Io non ho detto che li sviliscono. Anzi. La mia idea è che, certi scrittori siano così potenti – come immaginario e penetrazione- da avere cambiato la percezione della gente. Il fatto che gli sceneggiatori migliori vedano il mondo come loro (almeno in parte) ne è la controprova (se prendiamo la TV come luogo principe dell’inconscio politico di Jameson).
    Comunque, Heroes è una figata.

  4. Mario schiavone says:

    In diverse librerie d’Italia (se le voci di altri amici librai son vere) il libro di Desiati prende posto fra i libri considerati “imperdibili”.
    Io non lo so proprio dove sta andando a sbattere questa pazza Italia letteraria. So però che certe librerie pompano (e propinano) libri come distributori di benza pompano( e versano) litri di carburante.
    Il greggio( la materia grezza, la letteratura) nel libro di Desiati non si vede.
    Gli indici di vendita, con tanto di curva (d’acquisto) che sale verso l’alto si vedono su tutti i monitor delle librerie di zia M., zia F. e zia Povericristilibraipiccolini.
    Pace e libri a tutti.
    Mario Schiavone (in compagnia di un buon Nebbiolo)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: